Essere se stessi

Se stessi. Sì, ma in senso ipotetico, congiuntivo imperfetto di stare, cioè nel senso di essere “se stessi altrove” e quel pronome riflessivo che si tramuta in protasi di un ipotetico quanto immaginario luogo altrove, non si sa bene dove, ma dove so e sono sicuro che “tutto andrebbe meglio” se solo stessi là e non qua, ecco, questo “essere se stessi”, via dal qui e ora per essere finalmente sé stessi là, là dove? nessuno lo sa, ma certamente non qui, bensì là, dammi il Là, diapason dell’altrove, dove tutto non è e dunque tutto può essere in accordo con quel che desideriamo. Ecco, questo essere se stessi protesi che distrae dal riflessivo con un perenne essere altrove. Bovarysme.