L’epidemia e Ponzio Pilato.

Lavarsi le mani. Rimuovere, da esse e da noi stessi, i depositi invisibili di qualcosa che si diffonde precipitevolissimevolmente. Far sì che quel qualcosa non ci tocchi, non ci riguardi, non ricada su di noi. Restare immuni da ogni influenza.
Lavarsi le mani, e forse lavarsene le mani. Non toccarsi le parti più esposte, occhi, bocca, viso etc. Conservare mani pulite, giuste, mani che non nascondono alcunché di, non trasportano né trasmettono alcunché di immondo. Mani virili, non virali. Umano, non microbo.
Mani sicure. Senza tentennamenti; senza un micro boh.
Non sporcarsi le mani; astenersi dal Mondo, per restare mondo. Non immischiarsi, mantenersi a distanza, regolarsi sulle nuove geometrie delle relazioni. Non baciare, non stringersi, non toccare, non toccarsi, non ammettere atti impuri, men che meno ratti impuri; restare a casa, fare tante storie per stare a casa.
Riuscire a non uscire e aspettare che ciò che non si vede sparisca.