Qualcos’altro.

Altre storie, improbabili e perdibilissime.

Dante una libertà pasquale.

Utica. Da cui Uticense.Nella domenica di Pasqua del 1300 (la data è controversa), Dante, accompagnato dal poeta latino Virgilio, inizia la sua visita al Purgatorio. All’entrata, i due poeti incontrano Catone, detto l’Uticense.Eh, già qui, una rivoluzione.Quando Dante scrisse la Divina Commedia, il Purgatorio...

Leggi tutto

1 marzo.

Capodanno. Nel senso che, in questo primo marzo, si riscopre l’antico capodanno. Che, tuttavia, non cadeva oggi solo nella Serenissima Repubblica di Venezia, essendo una celebrazione odierna che risale all’antica Roma. Ovvietà, visto che questa è la stagione che, per chi vive nei campi...

Leggi tutto

2021 e dintorni.

Soprattutto dintorni. Quelli sempre meno al centro dell’attenzione. Nonostante sia lì, in quei dintorni di piccola impresa e lavoro, che ancora oggi si produce la gran parte di ciò che dà vita alle nostre comunità, tra competenze, impegno e decenni di presenza sul territorio.Ecco,...

Leggi tutto

In cassa. Questo.

Nel senso di cassa del supermercato o iper/megamercato e chi più ne ha più ne metta (di prefissi) e, alla cassa, tu, il consumatore medio. Ovvero: là dove la biomeccanica non tiene il passo alla digitalizzazione, con effetti collaterali di ripetuto collasso esistenziale. Il...

Leggi tutto

Il discobolo del Paradiso perduto

A lungo immoto stette per meraviglia a contemplarla.John Milton, Paradiso perduto, 1667. Poi (dietro un avverbio c’è sempre una storia) c’è quella statua, invisibile ai più, ai distratti, copia plastica del celeberrimo Discobolo, posta in fondo dov’era l’entrata, lì sul finir degli scalini, con...

Leggi tutto